ROBERTA FACCANI: MATRIOSKA

Un omaggio alla Russia e ai nostri Artisti che in quel Paese hanno portato al successo la bella musica italiana. Esce oggi, 10 novembre, in tutti i negozi “Matrioska italiana”, il nuovo album di Roberta Faccani, il terzo della sua carriera da solista. L’album contiene 14 tracce, di cui 3 inediti scritti da Roberta insieme a Giordano Tittarelli: “Non sai il mio nome”, “Ventiquattrore” e “L’altra metà di me”. Le altre 11 tracce sono altrettante indimenticabili canzoni italiane che in Russia hanno avuto grande successo e godono ancora oggi di molta popolarità: da “Storie di tutti i giorni” di Riccardo Fogli a “Solo noi” di Toto Cutugno, da “Piccola e fragile” di Drupi a “Con le mani” di Zucchero, da “Stella stai” di Umberto Tozzi a “Canzoni stonate” di Gianni Morandi, e, ancora, “È la mia vita” di Albano, “Ti sento” dei Matia Bazar, “Come vorrei” dei Ricchi e Poveri, “Su di noi” di Pupo e “Svalutation” di Adriano Celentano. “L’album è nato da un incontro fortuito con la produttrice russa Regina Azizova, che mi stimava ai tempi dei Matia Bazar – racconta Faccani. – Mi ha cercata tempo dopo con l’intenzione di realizzare un disco dal sapore russo ma con un’impronta italiana”. Da qui il titolo “Matrioska italiana”: un ringraziamento da parte di una grande interprete ad un Paese che l’ha accolta calorosamente negli anni dei tour come voce dei Matia Bazar e, al tempo stesso, un tributo a tutti quegli Artisti che hanno portato il pop melodico italiano in quella parte di mondo